Stampa

CANTI E CANTORI BUCOLICI


: 978-88-8101-384-5
Prezzo: €15,00
CANTI E CANTORI BUCOLICI

 

La melodia della zampogna pastorale, plasmata in poesia, ha attraversato i secoli della storia letteraria con una sonorità sottile, variata in toni molteplici, ma persistente. Di queste differenti modulazioni, il volume Canti e cantori bucolici propone un’indagine che, ruotando intorno a nuclei tematici cronologicamente disposti dal XVII al XIX secolo, ambisce a mettere in luce l’affioramento, nella reiterata ricezione di temi pastorali d’origine greco-latina, di alcune peculiarità e specificità interpretative forti. Dalle virtuosistiche rielaborazioni condotte sulla filigrana bucolica, nel XVII secolo, da Giovan Battista Marino, l’analisi si sposta nel cuore del settecentesco classicismo veronese, rappresentato da letterati-traduttori quali Girolamo Pompei e Giuseppe Torelli, che alimentano di linfa teocritea la propria vocazione alla poesia; lo studio si sofferma, infine, sulle suggestioni bucoliche che permeano l’apprendistato poetico e la produzione giovanile di Giacomo Leopardi. Attraverso il filtro di rivisitazioni pur così diversamente orientate - protese al gioco metaletterario come al recupero erudito, all’amoro-so riecheggiamento di un fascino antico come all’infusione, entro quel medesimo alveo, di una sensibilità nuova - s’intravede un immutabile sogno di bellezza, l’anelito (struggente perché irrealizzato) verso una dimensione immaginifica ricomposta in armonia… dimensione in realtà perduta, e accessibile solo nel dolce-amaro sentore di un nostalgico rimpianto.


Recensioni Clienti:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.
Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto
altre categorie


Arte e spettacolo

Discipline Educative

Letterature

Scienze Umane

Scienze Sociali

Turismo

TIPANERA