PDFStampaE-mail

LA RAGIONE VEROSIMILE


335 PAGINE •
Brossura
Rif.: 88-8101-094-1
ISBN 8881010941
Prezzo: €18,07
LA RAGIONE VEROSIMILE

ZANATTA Marcello
Scienze Umane
Data di pubblicazione : 2001
Collana : Quaderni Interdisciplinari

Nell’esaminare la Poetica, questo volume s’impegna innanzitutto sui problemi metodologici ed epistemologici sollevati dal testo. Per Aristotele la poesia è un imitare, ossia un fare produttivo di un certo tipo di immagini, definite dall’avere per oggetto le azioni umane, dall’essere eseguite nella parola e nel ritmo, in modo drammatico o narrativo. L’«arte» del poetare o «arte» poetica è un sapere che guida la produzione di tali immagini, e nella Poetica Aristotele studia quest’arte. Innanzitutto, determinando di che sapere si tratta; fissando quindi la sua attenzione sulla tragedia; poi, più succintamente, sull’epica. Un’analisi della commedia accennata in più luoghi del trattato, non trova però uno specifico spazio e ha così dato luogo alla vexata quaestio dell’esistenza di un secondo libro dell’opera, nel quale sarebbe stata eseguita.
Nel volume si mostra che per lo Stagirita la poesia esprime un modo del conoscere ed è perciò dotata di una propria verità, definita dal verisimile in quanto universale tipologico di una forma ideale di umanità. Si conferma altresì la validità delle interpretazioni che ritrovano alla base del sistema aristotelico la struttura dell’analogia, che diviene il criterio di fondo anche per l’inserimento e l’ordinamento della poesia nel sistema delle arti. In quest’ottica il libro ricostruisce l’esame dello Stagirita sulla tragedia e sull’epica, e avanza una nuova interpretazione della catarsi.
La riflessione metodologica ed epistemologica costituisce altresì la chiave di lettura della polemica antiplatonica, la quale percorre da cima a fondo il trattato, pur non essendo mai espressamente dichiarata. Com’è noto, per Platone, la poesia è produzione di mere apparenze, prive di verità; come tale, anche sul piano morale ed educativo è dannosa, e per questo va bandita dallo stato ideale. Aristotele riscatta la poesia da questo pesante giudizio di condanna: su tutti i piani sui quali Platone lo ha pronunciato.



Marcello ZANATTA

  Marcello Zanatta è ordinario di Storia della Filosofia Antica nell’Università della Calabria.
Annabella D’Atri è associato di Storia della Filosofia Contemporanea nel medesimo Ateneo cal (...)
Leggi tutto: (Marcello ZANATTA)


Recensioni Clienti:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.

altre categorie


Arte e spettacolo

Discipline Educative

Letterature

Scienze Umane

Scienze Sociali

Turismo

 

Login






Skype

Contattaci tramite skype cliccando sul bottone sottostante

oppure inviaci un'email a info@pellegrinieditore.it My state

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.

Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

EU Cookie Directive Plugin Information