PDFStampaE-mail

L'UNIVERSITA' DELLA CALABRIA Un sogno che si avvera


488 PAGINE •
Cartonata
Rif.: 9788881017959
ISBN 9788881017959
Prezzo: €60,00
L'UNIVERSITA' DELLA CALABRIA Un sogno che si avvera

(VOLUME II)
BONIFATI Aldo
Scienze Sociali
Data di pubblicazione : 2011

Quel 10 novembre del 1976 segna la data d’inizio di un cammino tanto avventuroso quanto imprevedibile e difficoltoso, quel cammino che mi porterà a realizzare l’Università della Calabria.
Ho aspettato tanto, forse troppo, ad ordinare e curare quell’opera, in cui ho racchiuso una prima fase, quella storica, relativa al periodo antecedente l’istituzione dell’Ateneo sino all’avvio delle attività didattiche e scientifiche del primo anno accademico.
La minuziosa ricostruzione dei fatti ha consentito di far luce su come e perchè si sia scelto di collocare la prima Università calabrese nell’area di Cosenza; come si sia giunti alla nomina del Comitato Tecnico Amministrativo e dei quattro Comitati Ordinatori delle facoltà di Lettere e Filosofia, Scienze Economiche e Sociali, Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, Ingegneria; come il prof. Beniamino Andreatta sia stato eletto Rettore; come sia stato approvato lo Statuto che sancisce il carattere residenziale, il numero programmato ed altro ancora; come siano stati avviati i lavori per la realizzazione dell’edificio Polifunzionale, della mensa e delle prime maisonnettes, e le procedure del concorso internazionale per la costruzione della sede definitiva.

Ci sono, però, avvenimenti rilevanti che, ancora oggi, nel 2011, sono alla ricerca di una giusta interpretazione, come il tentativo, da parte del C.T.A., d’insediare un quartiere residenziale universitario nel centro storico di Cosenza e sulla costa tirrenica, così come riportato nella relazione illustrativa del concorso internazionale di realizzazione dell’Università; lo studio e le raccomandazioni per la realizzazione di un piano di trasporti ferroviari, stradali, marittimi ed aeroportuali in collegamento con l’Università e la città di Cosenza, guardando alla possibilità, prospettata dall’assessore regionale ai LL.PP, on. Antonio Mundo, di una metropolitana che si estendesse fino alla sibaritide; la creazione di un polmone verde attorno alla sede dell’Università per impedire un’espansione edilizia selvaggia da parte dei privati, paventata già nel ’72 da Gaetano Greco Naccarato (nato a Castrovillari e residente a Milano), membro del C.T.A. e successivamente rappresentante del Governo in seno al C.d.A. dell’Università; la proposta del rettore Pietro Bucci di costituire una Commissione di collegamento con gli enti esterni per favorire uno stretto rapporto di collaborazione nella programmazione di sviluppo dell’Università e del territorio calabrese, guardando al futuro dei giovani laureati. Ebbene, dopo quarant’anni circa, il grande sogno dei calabresi, almeno per ciò che concerne la realizzazione della gran parte delle sue strutture, rappresenta una realtà visibile a occhio nudo. L’ambizione di portare a termine un progetto che non guardava solo all’insediamento edilizio, ma anche alla costruzione di una società cosciente, forte dell’esperienza formativa dei propri giovani, acquisita in un ambito universitario innovativo ed unico nel panorama italiano.
L’Università della Calabria.
Questo secondo tomo ripercorre, in 18 capitoli, una precisa fase storica del campus di Arcavacata (il quindicennio 1976-1991), attraverso il racconto dei fatti e le sequenze di immagini, che consentono di riviverne le varie fasi del suo sviluppo, ma soprattutto di lasciarne una memoria eterna.
Altri eventi, pensieri e testimonianze arricchiranno il terzo volume, consentendoci di entrare nel nuovo millennio e, dunque, di comprendere meglio quale sia stata l’evoluzione culturale, sociale, strutturale, didattica e scientifica dell’Università della Calabria.
Ritengo interessante, a tal proposito, pubblicare, alla fine di questo volume,  a mio parere, costituisce il primo dato tangibile della crescita di questo Ateneo, ossia il sorprendente risultato emerso da un’accurata indagine, effettuata dall’Associa-zione Internazionale Amici dell’Università della Calabria, sul flusso dei giovani iscritti e dei laureati, dal 1976 al 2011, provenienti da tutti i 426 Comuni della Regione, a testimonianza dell’inserimento capillare nel territorio calabrese di questa grande istituzione. Questi dati mettono il luce il grande lavoro svolto da coloro i quali per decenni hanno guidato il campus di Arcavacata, ma soprattutto dalle migliaia di giovani calabresi, e non solo, che, con sacrificio e dedizione, hanno consentito alla nostra Università di occupare i primi posti nelle classifiche delle Università italiane.




Recensioni Clienti:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.
altre categorie


Collana Società e Cultura

Collana Sapere Urbano

 

Login






Skype

Contattaci tramite skype cliccando sul bottone sottostante

oppure inviaci un'email a info@pellegrinieditore.it My state

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.

Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

EU Cookie Directive Plugin Information