PDFStampa

Archivio Storico della Calabria - Nuova Serie feed

RIVISTA IN FORMATO E-PUB

La Storia - è noto - la si scrive contemporaneamente da due diverse angolazioni: quella dei Vincitori; e quella dei Vinti. Ma è solo sulla seconda che incombe implacabile una nemesi storica.
L'Italia fu Terra di Guerre. E di Guerre Civili. Anche il Sud, della pur Italia, fu Terra di Guerre. Ma in specie di Guerre Civili. Di libertà e di libertà dalla fame; di un sogno di campagne senza padroni; di ribelli contadini. Sogni proibiti...È anche per rendere giustizia a quei ribelli contadini che la prospettiva storica si modifica e i tempi della storia si ripensano e si rifanno le cronologie di base. Perché la verità storica testimonia che quel sogno di libertà e quella fame di terra avrebbero avuto una risposta solo con la Repubblica.  
Solo allora la sovranità popolare sarebbe stata riconosciuta e sancita e solo con il referendum istituzionale del 2 giugno 1946 e l’entrata in vigore della Costituzione il 1° gennaio 1948 le guerre civili si chiudono in Italia e nel Mezzogiorno.
Ed ecco che Giacobini e Sanfedisti, borbonici e unitari, sabaudi e repubblicani sono tutti consegnati a una dimensione che ormai ne può raccontare le storie e le motivazioni, le gesta e la ferocia nella consapevolezza che le scelte di ciascuno di loro furono il frutto di ragioni e passioni per le quali vivere, uccidere, morire per dare al futuro un volto che ne rispecchiasse le speranze. Noi siamo comunque eredi e figli di quella storia.
E, come capita, però somigliamo, stranamente per alcuni, ma con logica storicamente ferrea agli uni e agli altri come testimonia ancora il giudizio partigiano di chi cerca i padri lontani dimenticando che i padri di un popolo sono tutti gli antenati di quel popolo. Vanno cercati perciò gli esempi non i padri, i valori, non gli schieramenti all’interno dei quali furono storicamente espressi. E va riconosciuta la coerenza e il valore di chi appartenne agli sconfitti del momento, poiché si può vincere nel futuro e perché la grandezza di una vittoria si misura sul valore dei vinti con una ulteriore precisazione: la storia non racconta e non valuta solo gli aspetti militari di una guerra.
Soprattutto quando la guerra è una guerra civile.
Il bilancio finale e gli esiti delle guerre sono complessi e vincitori e vinti creano il futuro.  
Noi siamo il Futuro di quelle guerre.




Ordina per:
ARCHIVIO STORICO DELLA CALABRIA - Nuova serie - Anno I (2012), numero 4 Giovanni PITITTO
Rif. : 2281-1109-4

€9,99 (incluso 4 % I.V.A.)
ISSN 2281-1109
Rivista in formato epub

ARCHIVIO STORICO DELLA CALABRIA - Nuova serie - Anno II (2013), numero doppio (1-2) Giovanni PITITTO
Rif. : 2281-1109-5

€9,99 (incluso 4 % I.V.A.)
ISSN 2281-1109
Rivista in formato epub

ARCHIVIO STORICO DELLA CALABRIA - Nuova serie - Anno I (2012), numero 3 Giovanni PITITTO
Rif. : 978-88-6822-125-6

€9,99 (incluso 4 % I.V.A.)
ISBN 9788868221256
ISSN 2281-1109
Rivista in formato epub

ARCHIVIO STORICO DELLA CALABRIA - Nuova serie - Anno I (2012), numero 2 Giovanni PITITTO
Rif. : 978-88-8101974-8

€9,99 (incluso 4 % I.V.A.)
ISBN 978888101974-
ISSN 2281-1109
Rivista in formato epub

ARCHIVIO STORICO DELLA CALABRIA - Nuova serie - Anno I (2012), numero 1
Rif. : 2281-1109-01

€9,99 (incluso 4 % I.V.A.)
ISSN 2281-1109
Rivista in formato epub


  • «« Inizio
  • « Prec
  • 1
  • Succ »
  • Fine »»
Risultati 1 - 5 di 5
 

Login






Skype

Contattaci tramite skype cliccando sul bottone sottostante

oppure inviaci un'email a info@pellegrinieditore.it My state

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.

Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

EU Cookie Directive Plugin Information